Loading
La Distilleria De Giorgi

Workshop e residenze

 
 
 
 
 
 

 

MusicaInGioco - a cura del M°Andrea Gargiulo

didattica reticolare a San Cesario sperimentazione didattica-educativa a cura del M°Andrea Gargiulo

Premio della distilleria

MusicaInGioco - a cura del M°Andrea Gargiulo

MusicaInGioco è un`associazione che, ispirata a “El Sistema” fondato in Venezuela da A.J. Abreu e federata con il sistema nazionale “Musica e società”, dona lezioni e strumenti musicali a bambini e ragazzi prevalentemente in area disagio socio-economico/personale o con disturbi dell`apprendimento, ecc.
Premio della distilleria

MusicaInGioco - a cura del M°Andrea Gargiulo

MusicaInGioco è un`associazione che, ispirata a “El Sistema” fondato in Venezuela da A.J. Abreu e federata con il sistema nazionale “Musica e società”, dona lezioni e strumenti musicali a bambini e ragazzi prevalentemente in area disagio socio-economico/personale o con disturbi dell`apprendimento, ecc.
Premio della distilleria

MusicaInGioco - a cura del M°Andrea Gargiulo

MusicaInGioco è un`associazione che, ispirata a “El Sistema” fondato in Venezuela da A.J. Abreu e federata con il sistema nazionale “Musica e società”, dona lezioni e strumenti musicali a bambini e ragazzi prevalentemente in area disagio socio-economico/personale o con disturbi dell`apprendimento, ecc.
Premio della distilleria

MusicaInGioco - a cura del M°Andrea Gargiulo

MusicaInGioco è un`associazione che, ispirata a “El Sistema” fondato in Venezuela da A.J. Abreu e federata con il sistema nazionale “Musica e società”, dona lezioni e strumenti musicali a bambini e ragazzi prevalentemente in area disagio socio-economico/personale o con disturbi dell`apprendimento, ecc.


In Gioco - Teatro e ospitalità

Premio della distilleria

In Gioco - Teatro e ospitalità

Laboratorio teatrale di Hamado Tiemtoré. Hamado Tiemtoré è un regista e attore, nato nel Burkina Faso. Ha studiato all’Università di Ouagadougou e successivamente in Francia a Parigi VIII e in Belgio, approfondendo i linguaggi teatrali e cinematografici.


Premio della distilleria

In Gioco - Teatro e ospitalità

Laboratorio teatrale di Hamado Tiemtoré. Hamado Tiemtoré è un regista e attore, nato nel Burkina Faso. Ha studiato all’Università di Ouagadougou e successivamente in Francia a Parigi VIII e in Belgio, approfondendo i linguaggi teatrali e cinematografici.


Premio della distilleria

In Gioco - Teatro e ospitalità

Laboratorio teatrale di Hamado Tiemtoré. Hamado Tiemtoré è un regista e attore, nato nel Burkina Faso. Ha studiato all’Università di Ouagadougou e successivamente in Francia a Parigi VIII e in Belgio, approfondendo i linguaggi teatrali e cinematografici.




Laboratorio Video Danza di Chiara Zilli a cura di Teatro Zemrude in collaborazione con Associazione Flor Menudita

Premio della distilleria

Laboratorio Video Danza di Chiara Zilli a cura di Teatro Zemrude in collaborazione con Associazione Flor Menudita

La videodanza è un linguaggio che emerge dall’incontro tra il corpo e lo sguardo mediato dalla camera, narra il qui e ora dei corpi. 
Si tratta di un progetto d’inclusione sociale, che attraverso la pratica artistica intende generare comunità, identità ed espressione.
Si rivolge a persone di tutte le età e abilità. I partecipanti vengono guidati in un processo sia fisico che visivo. Il primo ha come obiettivo quello di rimettere in connessione le persone con i propri corpi e il proprio personale modo di muoversi, svelando quella ‘danza interiore’ che sempre si racchiude in ognuno. Il secondo, quello visivo, a re-vivificare il collegamento tra i propri corpi e occhi e i luoghi di sperimentazione, apprendendo pochi e semplici strumenti di base per la messa in forma delle loro visioni. Il punto centrale di entrambi i percorsi è la dimensione collettiva, sia nella fase di sperimentazione che in quella creativa.
Premio della distilleria

Laboratorio Video Danza di Chiara Zilli a cura di Teatro Zemrude in collaborazione con Associazione Flor Menudita

La videodanza è un linguaggio che emerge dall’incontro tra il corpo e lo sguardo mediato dalla camera, narra il qui e ora dei corpi. 
Si tratta di un progetto d’inclusione sociale, che attraverso la pratica artistica intende generare comunità, identità ed espressione.
Si rivolge a persone di tutte le età e abilità. I partecipanti vengono guidati in un processo sia fisico che visivo. Il primo ha come obiettivo quello di rimettere in connessione le persone con i propri corpi e il proprio personale modo di muoversi, svelando quella ‘danza interiore’ che sempre si racchiude in ognuno. Il secondo, quello visivo, a re-vivificare il collegamento tra i propri corpi e occhi e i luoghi di sperimentazione, apprendendo pochi e semplici strumenti di base per la messa in forma delle loro visioni. Il punto centrale di entrambi i percorsi è la dimensione collettiva, sia nella fase di sperimentazione che in quella creativa.
Premio della distilleria

Laboratorio Video Danza di Chiara Zilli a cura di Teatro Zemrude in collaborazione con Associazione Flor Menudita

La videodanza è un linguaggio che emerge dall’incontro tra il corpo e lo sguardo mediato dalla camera, narra il qui e ora dei corpi. 
Si tratta di un progetto d’inclusione sociale, che attraverso la pratica artistica intende generare comunità, identità ed espressione.
Si rivolge a persone di tutte le età e abilità. I partecipanti vengono guidati in un processo sia fisico che visivo. Il primo ha come obiettivo quello di rimettere in connessione le persone con i propri corpi e il proprio personale modo di muoversi, svelando quella ‘danza interiore’ che sempre si racchiude in ognuno. Il secondo, quello visivo, a re-vivificare il collegamento tra i propri corpi e occhi e i luoghi di sperimentazione, apprendendo pochi e semplici strumenti di base per la messa in forma delle loro visioni. Il punto centrale di entrambi i percorsi è la dimensione collettiva, sia nella fase di sperimentazione che in quella creativa.
Premio della distilleria

Laboratorio Video Danza di Chiara Zilli a cura di Teatro Zemrude in collaborazione con Associazione Flor Menudita

La videodanza è un linguaggio che emerge dall’incontro tra il corpo e lo sguardo mediato dalla camera, narra il qui e ora dei corpi. 
Si tratta di un progetto d’inclusione sociale, che attraverso la pratica artistica intende generare comunità, identità ed espressione.
Si rivolge a persone di tutte le età e abilità. I partecipanti vengono guidati in un processo sia fisico che visivo. Il primo ha come obiettivo quello di rimettere in connessione le persone con i propri corpi e il proprio personale modo di muoversi, svelando quella ‘danza interiore’ che sempre si racchiude in ognuno. Il secondo, quello visivo, a re-vivificare il collegamento tra i propri corpi e occhi e i luoghi di sperimentazione, apprendendo pochi e semplici strumenti di base per la messa in forma delle loro visioni. Il punto centrale di entrambi i percorsi è la dimensione collettiva, sia nella fase di sperimentazione che in quella creativa.
Premio della distilleria

Laboratorio Video Danza di Chiara Zilli a cura di Teatro Zemrude in collaborazione con Associazione Flor Menudita

La videodanza è un linguaggio che emerge dall’incontro tra il corpo e lo sguardo mediato dalla camera, narra il qui e ora dei corpi. 
Si tratta di un progetto d’inclusione sociale, che attraverso la pratica artistica intende generare comunità, identità ed espressione.
Si rivolge a persone di tutte le età e abilità. I partecipanti vengono guidati in un processo sia fisico che visivo. Il primo ha come obiettivo quello di rimettere in connessione le persone con i propri corpi e il proprio personale modo di muoversi, svelando quella ‘danza interiore’ che sempre si racchiude in ognuno. Il secondo, quello visivo, a re-vivificare il collegamento tra i propri corpi e occhi e i luoghi di sperimentazione, apprendendo pochi e semplici strumenti di base per la messa in forma delle loro visioni. Il punto centrale di entrambi i percorsi è la dimensione collettiva, sia nella fase di sperimentazione che in quella creativa.
Premio della distilleria

Laboratorio Video Danza di Chiara Zilli a cura di Teatro Zemrude in collaborazione con Associazione Flor Menudita

La videodanza è un linguaggio che emerge dall’incontro tra il corpo e lo sguardo mediato dalla camera, narra il qui e ora dei corpi. 
Si tratta di un progetto d’inclusione sociale, che attraverso la pratica artistica intende generare comunità, identità ed espressione.
Si rivolge a persone di tutte le età e abilità. I partecipanti vengono guidati in un processo sia fisico che visivo. Il primo ha come obiettivo quello di rimettere in connessione le persone con i propri corpi e il proprio personale modo di muoversi, svelando quella ‘danza interiore’ che sempre si racchiude in ognuno. Il secondo, quello visivo, a re-vivificare il collegamento tra i propri corpi e occhi e i luoghi di sperimentazione, apprendendo pochi e semplici strumenti di base per la messa in forma delle loro visioni. Il punto centrale di entrambi i percorsi è la dimensione collettiva, sia nella fase di sperimentazione che in quella creativa.


Laboratorio `La Maschera Neutra` del Teatro dei Veleni

test

Premio della distilleria

Laboratorio La Maschera Neutra

del Teatro dei Veleni
Premio della distilleria

Laboratorio La Maschera Neutra

del Teatro dei Veleni
Premio della distilleria

Laboratorio La Maschera Neutra

del Teatro dei Veleni
Premio della distilleria

Laboratorio La Maschera Neutra

del Teatro dei Veleni
Premio della distilleria

Laboratorio La Maschera Neutra

del Teatro dei Veleni